Che cosa abbiamo imparato da SugarCon 2018

Eventi, SugarCRMLascia un commento

Che cosa abbiamo imparato da SugarCon
Tempo di lettura: 3 minuti

Circa un mese fa si è tenuta a Las Vegas SugarCon 2018, la conferenza di SugarCRM per clienti, partner e chiunque stia prendendo in considerazione e valutando un progetto CRM.

Si è trattato di due giorni densi di contenuti, spunti e lezioni importanti da portare a casa, grazie a keynote, tavole rotonde interattive, sessioni di formazione e di networking.

E noi di OpenSymbol, che cosa abbiamo imparato da SugarCon 2018?

1. Sugar Fall ’18 e Sugar 8.2, gli ultimi aggiornamenti annunciati da SugarCRM, rappresentano una nuova occasione per rompere il paradigma del CRM tradizionale e lanciare una nuova era di CRM moderno, dedicato al 100% all’aspetto della relazione e al costante miglioramento della piattaforma lato utente.

Tra le nuove caratteristiche più interessanti di questa versione troviamo:

  • La possibilità di personalizzare l’interfaccia del modulo Offerte;
  • Nuove forme di visualizzazione dei dati nei report;
  • Miglioramenti, in termini di flessibilità, negli advanced workflow.

Per approfondimenti, guarda questo video.




2. Le opinioni dei pari sono sempre più importanti e rilevanti nel processo di vendita e, in veste di venditori e commerciali, c’è sempre meno controllo sulle prime impressioni degli acquirenti. Di conseguenza, l’impatto di una brutta esperienza del cliente è enormemente moltiplicato.

Come ha affermato Larry Augustin, CEO di SugarCRM, “fornire un servizio di qualità diventa la tua principale risorsa di marketing, al di là del tuo prodotto o servizio.”

A tal proposito…




3. Non dimentichiamoci dei nostri clienti!

Impieghiamo molto tempo, risorse e sforzi per ingaggiare nuovi prospect e trovare nuovi potenziali clienti. Sicuramente queste attività sono importanti, ma, come già ribadito in passato, attirare un nuovo cliente costa 5 volte in più rispetto a mantenere un cliente esistente. Per questo le attività di assistenza dovrebbero essere vissute come una vera e propria opportunità di marketing, un cliente soddisfatto è un cliente fedele e promotore, che si ricorderà di te e non ti abbandonerà mai, per non perdersi l’esperienza che ha vissuto con te.




4. La tecnologia ci permette di lavorare meno, non di più.

Oggi siamo più digitalmente connessi che mai e il mondo si è evoluto ad un ritmo più rapido nell’ultimo secolo rispetto al millennio scorso. Questo nostro essere sempre connessi porta al pensiero comune che stiamo lavorando più che mai. In realtà non è così, le innovazioni in ambito tecnologico ci stanno permettendo di lavorare meno, come mostrato da  

Leonard Brody, due volte candidato all’Emmy e presidente del Clarity Digital Group.




5. L’innovazione è sempre preceduta da un’idea, ma ciò che viene ancora prima è l’insieme di dati e informazioni rilevanti che si è in grado di raccogliere. Fatti, prospettive, insights, sono in grado di darci gli elementi chiave che arricchiranno la nostra idea, che a sua volta darà il via al processo di innovazione.




6. Cloud e Marketing Automation

L’idea secondo la quale i dati in cloud siano meno al sicuro rispetto ai dati contenuti nei propri server, per molti (noi inclusi) è ormai superata, anche se per altrettante persone non è ancora così. SugarCRM ha ribadito, nel corso delle due giornate, l’importanza del cloud e, ciliegina sulla torta, potrebbero esserci novità molto interessanti anche in ambito Marketing Automation. Stay tuned!




In conclusione, possiamo dire che, come la tecnologia è riuscita a cambiare le nostre vite di tutti i giorni, ha modificato e continua a trasformare anche le nostre esperienze d’acquisto, di vendita e relazione. Questo è un cambiamento del quale dobbiamo essere consci, per poter “prendere il controllo del nostro destino e delle relazioni che abbiamo con i nostri clienti”, come suggerito da Maribel Lopez, fondatrice di Lopez Research e keynote speaker dell’evento.

Il CRM in tutto ciò ha un ruolo fondamentale: la tecnologia per eccellenza nella gestione delle relazioni con i propri clienti, è lo strumento che permette di creare interazioni straordinarie con tutti i nostri contatti di business, anticipando le esigenze, differenziandosi dalla concorrenza offrendo esperienze straordinarie e diffondendo una cultura customer-centric.

Non dimentichiamo inoltre che tutto ciò può essere fatto in qualsiasi momento, grazie agli sviluppi di applicazioni CRM mobile che consentono di superare limiti geografici e temporali! Insomma, con il CRM possiamo fare business everywhere, come hanno rappresentato in modo simpatico gli inviati speciali di OpenSymbol, Rachele, Cesare e Matteo, nel bel mezzo della Death Valley in California.

Da SugarCon 2018 torniamo carichi ed ispirati, nell’affrontare le nuove sfide che ci attendono come azienda e come team, per aiutare tutte le aziende ad uscire dal loro status quo, rendendo straordinarie le relazioni e le esperienze che hanno con i propri clienti.

Verso l’infinito e oltre!




Hai paura di perderti le avventure di OpenSymbol?
Iscriviti alla nostra newsletter!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI OPENSYMBOL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *