4 strategie da implementare nel Marketing B2B nel 2015

Marketing, SalesforceLascia un commento

Tempo di lettura: 2 minuti

Anno nuovo, vita nuova. Non c’è davvero nessun momento migliore dell’inizio dell’anno per rivalutare le strategie di marketing esistenti. Che si partecipi o meno nella pianificazione marketing annuale o trimestrale, è un grande momento per i team di qualsiasi dimensione per analizzare e capire ciò che funziona e ciò che non funziona.

E’ altresì un momento per pensare alle nuove e innovative strategie di marketing che si potrebbero implementare nel 2015.
Come si può realmente distinguersi dalla concorrenza?
Quali tattiche, che le altre aziende non stanno nemmeno ancora pensando, si possono adottare?

Ecco 4 spunti suggeriti da Salesforce.com:

1. Sperimentare un Marketing basato sull’azienda

Se si pensa al processo di acquisto B2B, quanti attori sono coinvolti nella decisione di acquisto? In genere se una persona può dare il via libera definitivo, è un gruppo di persone che partecipa dalla fase di ricerca iniziale fino all’acquisto. Il marketing basato sull’azienda si costruisce su questo processo decisionale collettivo e utilizza un targeting basato sugli IP per far comunicare in modo efficiente. I marketers che investono in questo tipo di marketing nel 2015 saranno avvantaggiati e i risultati ottenibili molto più certi.

2. Usare le nuove tecnologie per incrementare il tasso di chiusura

Secondo VentureBeat, 2015 sarà l’anno della Marketing Automation. Le aziende che non stanno adottando la Marketing Automation stanno perdendo un sacco di opportunità perché non hanno un sistema di marketing integrato che può aiutarli a incrementare il tasso di chiusura positiva delle trattative commerciali. Infatti, secondo l’articolo, “se una società non adotta la tecnologia, i loro concorrenti stanno andando a prendere i loro soldi per il pranzo come un alunno di quarta di 200 chili.” Parole forti, ma rende l’idea.

3. Cercare nuovi modelli di Reporting per mostrare il valore del marketing

Il marketing è misurabile, ma è anche il lavoro del marketing farlo — e molti dei modelli di reporting del passato saranno surclassati ora che sta diventando più facile riportare sulle metriche di maggiore impatto come il contributo del marketing all’ACV (Annual Contract Value) e la creazione di opportunità.
Sarà importante guardare in modo più olistico a come il marketing e le vendite stanno lavorando insieme, e per fortuna, alcuni dei nuovi modelli di reporting del 2015 permetteranno ai marketer di fare proprio questo. Controlla il webinar citato per ulteriori dettagli su come questi modelli realmente funzionano.

4. Far pratica sulla Content Creation

Come sostenuto da Ann Handley, Chief Content Officer di MarketingProfs: “Non abbiamo bisogno di maggiori contenuti. Abbiamo bisogno di migliori contenuti.” Questo è il fondamento di un’agile Content Creation. Invece di concentrarsi sulla creazione di una grande quantità di contenuti, bisogna rallentare e creare un paio di pezzi di elevata qualità. Si potrebbe non essere in grado di coprire la stessa gamma di argomenti, ma si può facilmente misurare il successo di ogni contenuto specifico e basare i contenuti successivi su quelle metriche. Questo è il senso del termine “agile” – perché è la capacità di imparare nel breve termine dai contenuti di successo o dagli insuccessi e sfruttarli sul lungo periodo.

Source: Salesforce.com blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *