“Vorrei un CRM: come faccio a convincere i miei colleghi?”

Se sei su questa pagina, c’è la buona possibilità che tu sia un Marketing Manager.
Se invece non ti occupi di marketing, c’è la possibilità che ti occupi di vendite oppure che tu sia un IT Manager. O magari, che tu sia il boss.

Elisa Pelizzaro - Marketing Manager
Risponde Elisa Pellizzaro

Marketing Manager di OpenSymbol.

Se ti occupi di marketing, è possibile che tu sia già ben consapevole dell’importanza di utilizzare un CRM in azienda.

Tuttavia, non è altrettanto probabile che anche i tuoi colleghi abbiano questa consapevolezza.

Nel dettaglio, i tuoi colleghi del marketing dovrebbero essere piuttosto propensi all’utilizzo di un CRM: l’importanza della relazione con il cliente è un argomento ormai consolidato, la cui importanza è pressoché innegabile. E un CRM ben implementato è “lo” strumento per definizione in materia di qualità delle relazioni con i clienti. Di conseguenza, non dovrebbe essere troppo difficile convincerli.

Con i tuoi colleghi commerciali, invece, potresti incontrare qualche resistenza in più. Del resto, il marketing e le vendite hanno da sempre una convivenza non proprio semplicissima, talvolta basata sull’antica arte dello “scaricabarile”.

Per questo motivo, il CRM potrebbe essere visto dai commerciali come una minaccia alla loro autorevolezza o, più semplicemente, alla loro routine quotidiana.

Da questo punto di vista, una cosa è certa:

Un progetto CRM può funzionare al meglio soltanto se viene inserito all’interno di un processo di evoluzione e sviluppo di tutta l’azienda.

In altre parole, una volta che i commerciali conosceranno gli enormi vantaggi che il CRM può portar loro sia in fase di pre-vendita, sia in fase di trattativa con il cliente, vorranno saperne di più.

Del resto, non c’è commerciale al mondo che non desideri avere vita più facile durante le sue trattative di vendita, e – come risultato – riuscire a chiudere più vendite alla fine del mese.

Se il prezzo da pagare per questo vantaggio è un minimo di costanza nell’inserimento dei dati relativi ai clienti… beh, si tratta di un prezzo tutto sommato ragionevole.

Il fatto è che l’intera diatriba fra marketing e commerciale non ha senso di esistere nel momento in cui entrambi i reparti lavorano all’unisono potendo contare su dati aggiornati.

Grazie alla qualità dei dati, infatti, il marketing è in grado di creare dei messaggi più mirati ed efficaci: di conseguenza, i commerciali possono sviluppare trattative solo con clienti che sono già maturi all’acquisto, evitando di fare telefonate a freddo e diminuendo drasticamente il numero delle porte sbattute in faccia.

In sintesi, l’importante è assicurarsi che i vantaggi di un CRM vengano compresi a fondo da chi lo dovrà utilizzare: se il CRM viene implementato correttamente in azienda, tutti lo percepiranno come uno strumento utile per lavorare meglio.

Se hai bisogno di qualche “dritta” su come affrontare il tema CRM con i tuoi colleghi, contattami tramite il form qui sotto: sarò felice di aiutarti.

A presto!

Elisa Pellizzaro
Marketing Manager
OpenSymbol

Scopri subito come gestire il Customer Journey con successo nel B2B: scarica l'eBook!

Cinque passaggi per gestire il Customer Journey con successo nel B2B

                 Ho letto l'Informativa Privacy *